12° Convegno nazionale ASSTRA

12° Convegno nazionale ASSTRA

Si è svolto il 12 e il 13 novembre scorsi presso l’Hotel Regina Margherita a Cagliari il dodicesimo Convegno Nazionale di ASSTRA (Associazione Trasporti), di cui fanno parte le nostre aziende associate del settore TPL (CTM Spa, ARST Spa, ATP Sassari, ATP Nuoro, ASPO Spa, ATP Servizi Srl).

Il trasporto pubblico locale (Tpl) in Italia ha bisogno di “scelte chiare da parte delle istituzioni e del Governo” anche in vista di una riforma del settore inquadrata nella fase di transizione per arrivare alla scadenza del 2019 con l’apertura del mercato e l’assegnazione del servizio attraverso bandi. Per questo oggi le aziende del Tpl sollecitano la definizione delle regole e delle risorse per il funzionamento del sistema, a partire dagli investimenti sul parco mezzi.

Secondo i dati relativi al 2014, diffusi dal presidente del CTM Spa, Roberto Murru, le aziende che svolgono servizio di trasporto pubblico locale in Italia sono 1.013 (55 in Sardegna delle quali cinque pubbliche), vi lavorano 102.000 addetti e trasportano 5,3 miliardi di passeggeri trasportati nelle singole tratte per oltre due miliardi di chilometri percorsi. “Prima di tutto dobbiamo stabilire se il Tpl è un settore che va incoraggiato e sviluppato – ha spiegato il presidente Asstra, Massimo Roncucci -. Ci auguriamo che nel testo della riforma venga confermata la scelta di una concorrenza regolata e che si affronti la questione dei costi standard che ci servono per uscire dalla spesa storica e guardare di più all’efficacia e efficienza del sistema”. Per Asstra il futuro è puntare sulla mobilità sostenibile dal punto di vista ambientale, economica e sociale. “I sistemi di mobilità non tradizionali come car sharing, car pooling e uber devono essere integrati in un sistema di trasporti più tradizionali – ha aggiunto Roncucci -. Poi occorre convincere il cittadino ad utilizzare il mezzo pubblico e lo si può fare se c’è un sistema che offre molte opportunità al cliente, nuove tecnologie per la mobilità e l’acquisto dei biglietti”.

Riguardo agli investimenti, il presidente Asstra ricorda che “nella legge di Stabilità ci sono le stesse risorse dello scorso anno che erano stata decurtate di 364 milioni per il periodo 2015-2019. Mi auguro che il ministro riesca a trovare questi fondi che servono anche per rinnovare il parco rotabile che ha un’età media di 12 anni”.

(fonte ANSA)

Hanno preso parte ai lavori in rappresentanza della Confservizi-CISPEL Sardegna il presidente Paolo Piras e il direttore generale Ottavio Castello nonché i componenti della giunta esecutiva Roberto Murru (presidente CTM Spa), Leonardo Marras (presidente ATP Sassari), Giovanni Caria (amministratore unico ARST Spa), Luciano Lombardo (presidente ASPO Spa).

Pagina Facebook: 12°ConvegnoAsstra

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.