Segreteria

Segreteria

Seminario sulla gestione dei rifiuti in Sardegna

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
Si è svolto nella mattinata di venerdì 29 giugno il seminario sul tema "La gestione dei rifiuti in Sardegna: quali prospettive per gli operatori del settore? (D.Lgs n. 152/2006)", presso la sede del CTM Spa.

Si è svolto nella mattinata di venerdì 29 giugno il seminario sul tema “La gestione dei rifiuti in Sardegna: quali prospettive per gli operatori del settore? (D.Lgs n. 152/2006)”, presso la sede del CTM Spa.

Alla presenza di rappresentanti di società pubbliche e imprese private che gestiscono i servizi in materia ambientale, hanno preso parte ai lavori, in qualità di relatori, la Prof.ssa Paola Piras, docente di Diritto dell’ambiente e Diritto Amministrativo all’Università di Cagliari,  Pierluigi Leo, Assessore ai servizi tecnologici e ambiente del Comune di Cagliari, Massimo Cortese, Presidente della Commissione Energetico-Idrico-Ambientale della Confservizi-CISPEL Sardegna e Fortunato Di Cesare, Assessore all’ambiente del Comune di Quartu Sant’Elena. I lavori sono stati coordinati dal Presidente della Confservizi-CISPEL Sardegna, nonché Presidente dell’ATP di Nuoro, Paolo Piras.

Il tema centrale del Seminario è stato la produzione normativa in materia del ciclo dei rifiuti, che ancora non ha trovato un suo assetto definitivo sia a livello nazionale che regionale. Di particolare rilevanza l’intervento dell’Assessore Leo, il quale ha illustrato i dati relativi alla raccolta differenziata in Sardegna e ha sottolineato le differenze di gestione e le ragioni che portano alcuni comuni, come Quartu Sant’Elena, ad occupare posizioni alte nella classifica di quelli con la maggiore percentuale di differenziazione dei rifiuti.

Il Seminario ha rappresentato un’importante occasione per affrontare le problematiche dei servizi pubblici in un momento di crisi che colpisce la nostra Regione. Infatti, una parte enorme della qualità della vita delle persone dipende dai servizi pubblici locali (trasporti, rifiuti, acqua) rivolti ai nostri cittadini.

DOCUMENTI

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Altre news

Commenta l'articolo