Segreteria

Segreteria

Seminario sui Servizi Pubblici Locali nella Provincia Olbia-Tempio

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
Seminario “Quale futuro per i Servizi Pubblici Locali nella Provincia Olbia-Tempio? Il ruolo degli Enti Locali: Regione, Provincia, e Comuni”

In collaborazione con la Provincia di Olbia-Tempio, si è tenuto a Olbia lo scorso lunedì 13 dicembre il seminario “Quale futuro per i Servizi Pubblici Locali nella Provincia Olbia-Tempio? Il ruolo degli Enti Locali: Regione, Provincia, e Comuni”.

Il seminario, patrocinato dalla Provincia e dal Comune di Olbia e tenutosi nell’aula consiliare della provincia di Olbia-Tempio, è stato coordinato dal presidente dell’Aspo Michele Fiori.

I lavori sono stati aperti dal sindaco Gianni Giovannelli che, relativamente al futuro delle società partecipate, ha auspicato “maggiore chiarezza poiché fare di tutte le erbe un fascio non porta buoni frutti. Si rischia l’apertura di ferite e la chiusura di situazioni di eccellenza. Il legislatore deve mettere l’ente locale nella condizione di poter agire nel modo migliore”. Il sindaco Giovannelli ha rivolto anche un appello alla Regione “per una politica efficiente e rigorosa in materia di Housing sociale visto che l’edilizia economica popolare rappresenta ormai una emergenza alla quale bisogna dare risposte concrete ed immediate.” Preoccupa anche il settore del trasporto pubblico locale minacciato dall’ipotesi dei tagli che, secondo Giovannelli, “confligge pesantemente con l’ammodernamento del parco macchine e con la programmazione degli investimenti”.

Riferendosi ad Abbanoa, Autorità d’Ambito e AREA, il sindaco di Olbia ha chiesto una seria riflessione su “quale livello di servizi potrà essere effettivamente mantenuto e sulle criticità di sistemi che vanno costantemente monitorati e adeguati ai bisogni reali della popolazione”. La parola è poi passata ad Antonello Sanna, presidente Confservizi- Cispel Sardegna, il sindacato d’impresa che associa circa 40 aziende di servizi pubblici con oltre 15mila addetti e un fatturato di centinaia di milioni di euro. Per il presidente Sanna è necessario istituire un “Tavolo di concertazione permanente per i servizi pubblici locali” operanti nel nostro territorio. Tale iniziativa permetterebbe il confronto diretto tra i soggetti istituzionali e le parti sociali, consentendo il repentino avvio del progetto di ammodernamento e di apertura ai capitali privati.

Il Coordinatore dell’Osservatorio Regionale sugli appalti e contratti pubblici della Confservizi Sardegna, Avv. Mattia Pani, ha tenuto una specifica relazione sul nuovo regime degli affidamenti “in house”.

(Fonte: Sito web del Comune di Olbia)

DOCUMENTI

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Altre news

Commenta l'articolo